1. Tutte le aziende italiane dovranno emettere fatture rispettando gli standard previsti dalla normativa prevista nella legge di bilancio 2018. I soggetti residenti, stabili e identificati nel territorio dello Stato Italiano e titolari di partita IVA saranno tutti obbligati ad emettere fatture elettroniche a partire dal 1° gennaio 2019
  2. Emettere fatture elettroniche sarà soggetto ad un formato necessario e identificato dalla normativa  come XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio che permette di controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge
  3. Esiste già l’obbligo della fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione e la possibilità di utilizzarla verso privati
  4. La fatturazione elettronica è un processo composto di diverse fasi: la generazione della fattura, la creazione del documento digitale in formato XML, la trasmissione, la conservazione del documento elettronico che può essere svolta anche attraverso un servizio di conservazione sostitutiva
  5. La fatturazione elettronica non è una semplice relazione tra privati: tutte le fatture emesse in forma elettronica devono infatti transitare per lo Sdi (Sistema di Interscambio)
  6. La fatturazione elettronica comporterà alcuni vantaggi importanti. Non ci sono solo nuovi adempimenti ma anche grandi semplificazioni collegate alla fatturazione elettronica, come l’abolizione dello spesometro, l’abolizione dell’elenco degli acquisti intracomunicari di beni o Intrastat acquisti e quella dell’elenco riepilogativo dei servizi intracomunitari ricevuti o Intrastat servizi ricevuti
  7. Come si ottiene un servizio di Fatturazione Elettronica? Tutte le aziende italiane devono adeguarsi dal 1° Gennaio 2019 e farlo è semplice. Basta chiamare o mandare una email a Novustec che provvederà a definire il servizio in linea con i bisogni dell’azienda e a predisporre tutti i necessari presidi secondo le normative…